Città di La Maddalena

Provincia di Sassari

Provvedimenti concernenti le acque destinate al consumo umano ai sensi del D. Lgsl. 31/01.

Su disposizione del Sindaco Luca Montella viene resa pubblica la Nota del Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione della ASL di Olbia

 

Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione
Prot. n° PG/2016/41637 Olbia 13/ 10/ 2016

  • Al Sig. Sindaco di La Maddalena
  • Abbanoa S.p.a. Distretto n. 7 Via Macerata Olbia

 

Oggetto:Rettifica nota prot. n. 41243del 11.10.2016. Provvedimenti concernenti le acque destinate al consumo umano ai sensi del D. Lgsl. 31/01.

Si comunica che, con nota n° 16-001031, sono pervenuti a questo Servizio gli esiti delle analisi effettuate dall'ARPAS di Sassari, sulle acque prelevate in data 03.10.2016, nel Comune di La Maddalena.

Dai referti suddetti emerge la NON rispondenza delle acque nel punto di consegna della rete presso le seguenti utenze:

- R.N. cont.– Via Millelire,86 - La Maddalena per superamento del valore di parametro di : -Alluminio (valore rilevato: 290µg/l). -Manganese (valore rilevato: 77 µg/l).

- R.N. cont.– Via Indipendenza, 53 - La Maddalena per superamento del valore di parametro di : -Manganese (valore rilevato: 93 µg/l), -Alluminio (valore rilevato: 392µg/l).

- R.N. cont.– Via Cesaraccio, 42 - La Maddalena per superamento del valore di parametro di : -Manganese (valore rilevato: 75 µg/l), -Alluminio (valore rilevato: 298µg/l).

Tale risultato depone per un non adeguato trattamento di potabilizzazione, pertanto si invita l’ Ente gestore a comunicare tempestivamente allo scrivente Servizio:

• le cause determinanti e la durata temporale del superamento del parametro rilevato;

• gli interventi previsti o posti in essere, finalizzati al ripristino della qualità dell’acqua e all’eventuale informazione della popolazione interessata.

Solo a seguito di comunicazione da parte del Gestore, dell’avvenuto ripristino della qualità dell’acqua, potrà essere disposto, da parte del SIAN un nuovo controllo analitico per la riformulazione del giudizio di idoneità d’uso.
Nelle more della verifica dell’efficacia degli interventi adottati, le acque di cui trattasi devono ritenersi non idonee come bevanda e per l’incorporazione negli alimenti quando l’acqua rappresenta l’ingrediente principale (minestre, bevande) mentre è consentito l’utilizzo per il lavaggio di verdure, ortaggi, frutta e per l’igiene della persona e della casa.

Al Sig. Sindaco si consiglia il mantenimento del provvedimento di competenza precedentemente adottato.

Si precisa che la presente sostituisce la ns.nota prot. n. 41243 del 11.10.2016.

Distinti saluti.

Il Dirigente Medico SIAN Dott.ssa Maddalena A. Cucciari

Allegati (1)

Icon tipo file per 645_aslolbia.pdf Nota ASL OLbia (79307 Kb)